Annunci vendita e affitto case, negozi e terreni - GRUPPO EMPIRE Professionisti Immobiliari Associati

Via Enrico Vigna, 11 - 03012 Anagni

News

BANKITALIA: Andamento mercato immobiliare

calo prezzi nel III trim.2019

 

Andamento mercato immobiliare: calo prezzi in arrivo, ecco i dati

Andamento mercato immobiliare: calo prezzi in arrivo, ecco i dati

 

 

Calano i prezzi degli immobili nel trimestre luglio-settembre 2019, tra l’altro, il trend ribassista sembra destinato a proseguire nei prossimi mesi; questo il dato più evidente in base a uno studio di Bankitalia.

Mercato immobiliare: lo studio di Bankitalia

Interessante panorama quello descritto dall’ultimo sondaggio congiunturale del mercato immobiliare – condotto su un campione di 1.117 agenzie del settore – condotto da Bankitalia in collaborazione con Tecnoborsa e l’Agenzia delle Entrate. Nello studio si legge che “nel terzo trimestre è aumentata la quota di operatori che segnalano un calo delle quotazioni degli immobili e di quelli che se ne attendono la prosecuzione anche in autunno”. Nello specifico, il 56% delle agenzie immobiliari segnala una certa stabilità dei prezzi, d’altro canto, è in aumento (ora è al 34%) la percentuale delle agenzie che segnala una tendenza al ribasso.

Le previsioni degli agenti immobiliari

Il sondaggio di Bankitalia si sofferma poi sulle prospettive a medio termine del mercato immobiliare degli operatori del settore. Il 63,6% di questi si aspetta ancora stabilità mentre il 21,4% esprime un giudizio negativo (ottimista, invece, il 14,9%). Ora, per quanto riguarda i prezzi, resteranno stabili per il 62,7% degli operatori del settore quando il 31,4% ritiene che subiranno un calo generale.

Sempre nello studio si precisa che “la quota di agenzie che ha venduto almeno un’abitazione nel trimestre luglio-settembre è rimasta su valori elevati; emergono tuttavia segnali di rallentamento del mercato. Il saldo fra giudizi di aumento e riduzione dei nuovi mandati è sceso, indicando una riduzione dell’offerta di abitazioni; dal lato della domanda il saldo negativo fra giudizi di aumento e diminuzione del numero di potenziali acquirenti si è ampliato, in modo più marcato nelle aree non urbane”. Inoltre, “Le attese delle agenzie sulle condizioni del proprio mercato nel trimestre in corso sono migliorate solo nelle aree urbane; le prospettive a breve termine riguardanti il mercato nazionale sono invece peggiorate in maniera diffusa, pur rimanendo favorevoli su un orizzonte di due anni”.

07 dicembre 2019

Tratto da Termometropolitico.it

Ricerca immobili

Vai